non te l’ho detto, ma sorrisi qualche giorno dopo, ripensando a quando mi hai legato una ciocca di capelli con uno spago, dicendo che così fossi tua. 

Mocellin&Pellegrini.

Mocellin&Pellegrini.

(Fonte: riskyteacher)

(Fonte: tanatosofia)

l’equilibrio non ci appartiene, il tuo corpo esplode in mille frammenti di cristallo. 
mi prudono gli occhi, forse non erano più abituati alla luce; mi hai curato le caviglie, Persefone scende negli Inferi, tu seguimi.
ti porto in posti che non esistono, ci sono le stelle ma sono in cielo, ripetevi. vado a sbattere su tutte le pareti, lo senti che mi manca il fiato e allora dimmi in linea d’aria dove ti trovi. tutto bene ,grazie.

hitrecord:

“untitled”
visual-poetry:

»i forgive you« by natalie lauchlan

visual-poetry:

»i forgive you« by natalie lauchlan

faccio la lavatrice mentre aspetto un qualche disastro. e tu hai l’effetto del cortisone.

faccio la lavatrice mentre aspetto un qualche disastro.
e tu hai l’effetto del cortisone.