hitrecord:

“untitled”
visual-poetry:

»i forgive you« by natalie lauchlan

visual-poetry:

»i forgive you« by natalie lauchlan

faccio la lavatrice mentre aspetto un qualche disastro. e tu hai l’effetto del cortisone.

faccio la lavatrice mentre aspetto un qualche disastro.
e tu hai l’effetto del cortisone.

“Io da te voglio che stiamo su una panchina,
ridere di certe cose che dici,
certe cose che dico,
non lo so, cos’è?, una pretesa?, dimmi,
senza alzarti, resta ferma seduta,
dimmi, che così mi ricordi il mare
d’Olanda, agitato, freddo, stai ferma,
io da te voglio che stiamo così,
che mi guardi e prendi bene la mira,
le cose che mi dici non voglio che mi manchino.”
Donaera A.

(Fonte: beatonna)

nyctaeus:

Signs without Signification - Jeff Brouws

adoro il tuo viso che arrossisce inconsapevole, il tuo farmi perdere il controllo sulle cose intorno. 
mi mettono un’incantevole tristezza le cose che hai sottolineato nei tuoi libri chissà quanto tempo fa; raccontami bene com’eri a diciott’anni.
sembra io abbia due rughe sotto l’occhio sinistro, forse un orzaiolo dice mia madre.
quella notte sono successe cose talmente surreali che avrei voluto morirci davvero lì in mezzo ai campi di Bologna ,dove non sapevamo trovare la strada, ma forse la mia richiesta non ti ha fatto piacere.
le tue barriere coralline piene di lacrime mi sembrano una visione celestiale; tu dici lo stesso quando mi apri le gambe. 

anamorphosis-and-isolate:

Beginners (2010)

anamorphosis-and-isolate:

Beginners (2010)